10 Lug 2018 / 16:07

Ascoli, ecco i gioielli in ceramica realizzati dall'artista picena Monia Vallesi. Al via la mostra in pinacoteca

Circa venti gioielli in ceramica, realizzati dall’artista ascolana Monia Vallesi, sono stati messi in vetrina da ieri in pinacoteca e resteranno a disposizione di tutti coloro che desiderano ammirarli fino al prossimo 2 settembre.

Ascoli, ecco i gioielli in ceramica realizzati dall'artista picena Monia Vallesi. Al via la mostra in pinacoteca

Si tratta di monili ispirati alle opere del Crivelli del Quattrocento e del Cinquecento, alcuni dei quali verranno indossati anche dalle cinque nobildonne che sfileranno nel gruppo comunale in occasione della Quintana di sabato sera. A presentare l’iniziativa, ieri mattina, sono stati la stessa Monia Vallesi insieme al sindaco Guido Castelli, il professor Stefano Papetti, il presidente del consiglio comunale Marco Fioravanti e il consigliere Luca Cappelli. “Questi gioielli sono stati ripresi da diverse opere di Crivelli, partendo dal Polittico fino ad arrivare a un’opera che si trova addirittura ad Honolulu – ha spiegato Papetti -. Il costumista Paolo Lazzarotti, nelle prossime ore, sceglierà quali saranno i più adatti per il corteo di sabato, ma tengo a ribadire ancora una volta come si sia creato un bel connubio tra l’arte e il mondo della Quintana”. “La nostra rievocazione storica rappresenta ormai il mezzo migliore per la divulgazione delle capacità artistiche del territorio e per la promozione della città a livello internazionale – ha proseguito il sindaco Castelli -. Ben venga, dunque, questa mostra di Monia Vallesi, che di certo richiamerà tanti curiosi e tanti appassionati nella nostra pinacoteca”. “Questa artista ha sempre sentito dentro di sé la passione per la Quintana, visto che da anni è una chiarina del gruppo comunale – ha continuato Fioravanti –, ed è riuscita a creare un giusto mix tra la rievocazione e il suo lavoro”. Tra i monili spicca anche una corona in ceramica ispirata a quella indossata da una delle ‘Vergini’ del Crivelli. “I medaglioni sono stati lavorati a bassorilievo con l’argilla e decorati con smalti lustrati e oro zecchino – ha precisato Monia Vallesi -. L’idea è nata dal fatto che amo la Quintana da sempre ed ho esportato questa mia passione anche nell’arte. Il mio laboratorio l’ho aperto quando avevo solo 18 anni e ormai da un paio d’anni non sono più un’artigiana bensì un’artista. Per la Quintana ho realizzato anche il palio di luglio del 2016 e quello per le gare degli sbandieratori sempre nello stesso anno, mentre l’anno scorso ho realizzato il Palio degli arcieri”.

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2016
Jant.it
P.Iva IT02206910446
All Rights Reserved