a cura di
Jason non era mio figlio. Cosi', ieri in corte d'Assise a Macerata, Giuseppe Murrone, il giovane che Katia Reginella ha indicato come il padre naturale del figlio, ucciso nel giugno 2011... 13 Novembre 2012
a cura di
Terza sconfitta in campionato per il Pagliare, che nella decima giornata del campionato di Eccellenza si arrende per 2-1 sul campo della Monturanese. Nel primo tempo la squadra di Vagnoni mostra un calcio a tratti spettacolare, ma va solo vicino alla rete con Tedeschi e Crocetti. Nella ripresa, complice anche l'infortunio di Ciotti che costringe i biancorossi a cambiare assetto tattico, la Monturanese prende in mano il pallino del gioco e si porta sul 2-0 con le marcature di Raffaeli e Pericolo, rispettivamente ai minuti 68 e 80. Nel finale reazioni d'orgoglio degli ospiti con la rete di De Luca (il più in forma tra gli attaccanti) a fissare il punteggio sul 2-1 per gli uomini di Senigagliesi. In attesa di sfidare nel prossimo weekend tra le mura amiche il Biagio Nazzaro, il Pagliare scivola al settimo posto in classifica con 15 punti figli di 4 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte, con 14 gol fatti e 10 subiti. ; TABELLINO ; Monturanese: Natali, Biagioni, Lapi, Marcantoni, Rosso (80' Camarri), Graciotti, Santoni, Martella, Simonella (74' Squarcia), Pericolo – ALL. Senigagliesi Pagliare Calcio: Peroni, Cafini, Sciammanna, Filipponi, Ciotti (46' Gibellieri), Alijevic, Tedeschi (46' Pulcini), Chiappini, Pezzoli, Crocetti, Langiotti (71' De Luca) – ALL. Vagnoni Arbitro: Stampatori (MC) Reti: 68' Raffaeli, 80' Pericolo, 86' De Luca Classifica campionato Eccellenza dopo 10 giornate: Matelica 28, Fermana 20, Montegranaro 19, Biagio Nazzaro 18, Fossombrone 16, Urbinelli 16, Pagliare 15, V. Senigallia 15, Tolentino 15, Monturanese 14, Corridonia 11, Urbania 8, Grottammare 7, E. Cascinare 6, Cagliese 4, Cingolana 2.... 13 Novembre 2012
a cura di
Si è svolta nello scorso weekend la partita tra Pallacanestro Pedaso e Adriatica Bitumi Basket Club San Benedetto, un match elettrizzante nel corso del quale le squadre hanno messo in scena un’entusiasmante sfida conclusasi solo nell’ultima frazione, con i padroni di casa che si sono imposti per 67 a 54. Rimane prima in classifica nel campionato di Serie C regionale la squadra pedasina allenata da Camarri che quest’anno ha allestito un roster competitivo che vede in Manfrini (classe '83), Di Angilla (classe '85) e Domesi (classe '83) le punte di diamante di un sistema offensivo che apparentemente non fatica a trovare il canestro visto i risultati.San Benedetto invece si presenta con i giovani Camerano (classe '89), Cameli (classe '91), Bruni (classe '91), De Angelis (classe '94) , Roncarolo (classe '94) e con una panchina di età media equivalente a 16 anni, proprio ad evidenziare i diversi obiettivi delle due società. Il match inizia subito forte con entrambe le squadre che trovano sia canestri da sotto che nell’arco dei 3 punti; i sambenedettesi vanno a segno con Bruni e Camerano, i pedasini si affidano al trio Domesi, Di Angilla e Manfrini. Il primo quarto si chiude 18-15 a favore della squadra di casa. La seconda frazione continua nel segno Di Angilla che con 6 punti consecutivi apre un break che porta la squadra di Camarri sul +10. Per i rossoblù da sottolineare la difesa collettiva che riesce ad arginare le conclusioni dei padroni di casa e a mantenere l’equilibrio nelle due formazioni, l’attacco invece sbaglia qualche scelta di troppo e non riesce a trovare l'affondo decisivo; l’inerzia della partita cambia proprio per le palle perse in attacco, dovute all’inesperienza, e i successivi contropiedi avversari. Si va al riposo sul + 10 in favore della squadra di casa. Negli spogliatoi coach Camarri urla ai suoi pretendendo qualcosa di più per una squadra che punta a vincere il campionato. Mentre nello spogliatoio rossoblù Valori carica i suoi che al rientro in campo cercano in tutti i modi di risalire la china trovando canestri importanti con l’asse Camerano, Bruni e Cameli e rimanendo con la testa nella partita. Il tabellone dice 49 – 41 per i biancorossi. L'ultimo quarto di gioco diventa decisivo ed entrambe le squadre gettano nella mischia i quintetti titolari; nei primi minuti San Benedetto cerca di ricucire il distacco, i pedasini trovano vere boccate di ossigeno con i canestri di Prosperi e Vallesi. I sambenedettesi però riducono lo strappo fino al -5, grazie anche ai rimbalzi di Roncarolo (classe '94), ma i rossoblù non hanno più l’apporto decisivo in attacco permettendo ai padroni di casa di prendere il largo. Gli ultimi 2 minuti di gioco servono solo a sancire la vittoria per la corazzata Pedasina. Nonostante la sconfitta si è vista una Samb in grado di tenere bene il campo nonostante l’età media della squadra (18 anni). Oltre ai “soliti” Cameli, Camerano e Bruni, che forniscono sempre prestazioni eccellenti, le note positive sono Roncarolo (8 punti, 15 rimbalzi di cui 7 in attacco), De Angelis e un po’ tutto il collettivo che pian piano sta trovando fiducia nei propri mezzi. Veder giocare una Samb così rende sicuramente la sconfitta meno amara! TABELLINO PEDASO: Manfrini 20, Domesi 7, Vallesi 9, Malavolta ne, Di Angilla 16, Pancotto 2, Tappatà 2, Tiberi, Vecchi, Prosperi 11. All. Camarri SAN BENEDETTO: Alfonsi 1, Centonza 2, Vallesi, Cameli M. 7, Camerano 18, Bruni 16, Esposito, Cameli A., Roncarolo 8, De Angelis 2. All. Valori PARZIALI: 18-19; 17-10; 14-16; 18-13 ARBITRI: Armuzzi - Marinelli... 13 Novembre 2012
a cura di
E’ stata davvero una bella serata quella trascorsa con l’ex attaccante del Torino, Paolo Pulici più noto come 'Puliciclone’. L’incontro organizzato dal Panathlon Club di Ascoli in collaborazione con il Toro Club Offida e l’amministrazione comunale di Offida, ha visto la folta partecipazione di tanti appassionati di calcio, non solo tifosi del Toro. Tra i tanti ospiti erano presenti anche Giulio Spadoni, direttore sportivo della Sambenedettese e Massimiliano Manni ex calciatore dell’Ascoli e del Torino. Assenti giustificati l'ex calciatore Giuseppe Carillo e il responsabile del settore giovanile dell'Ascoli, Nico Stallone. Il Sindaco di Offida, Valerio Lucciarini e il suo vice Piero Antimiani che è anche assessore allo sport, hanno messo a disposizione la splendida ambientazione del Teatro Serpente Aureo, mentre il Toro Club ha chiamato a raccolta tutti i suoi tesserati e anche quelli dei Club vicini di Marche e Abruzzo. Insomma, è stata davvero una bella festa per l’indimenticato bomber granata. Paolino Pulici ora fa l’allenatore nella Scuola Calcio della società sportiva Tritium di Trezzo sull’Adda vicino Milano, che porta il suo nome, e ha partecipato volentieri all’incontro sul tema "I valori dello sport e la formazione del giovane calciatore". Il Sindaco Lucciarini e il suo vice, entrambi tifosi della Juventus, si sono prestati anche molto simpaticamente, al racconto dei tanti derby vissuti da Pulici. "E’ un onore per me – ha detto il primo cittadino – ospitare qui ad Offida un campione vero come Paolo Pulici. Un vero esempio di sportivo leale, combattivo e grintoso, ma anche rispettoso delle regole. Un avversario temibile ma leale che rappresenta una delle grandi bandiere del calcio italiano". Entusiasta anche il presidente del Toro Club Offida, Walter Vannicola che ha ricordato i tempi in cui Pulici infiammava il popolo granata ma si è anche lamentato di come un simbolo così importante nella storia del Torino sia attualmente fuori dall’organigramma dell’attuale società. Pulici ha ringraziato tutti e, affiancato dalla gentilissima moglie, ha risposto poi a tutte le domande che son state fatte, firmando centinaia di autografi e posando per tantissime foto ricordo. "E' sempre piacevole abbracciare il popolo granata anche a distanza di così tanti anni - ha dichiarato Pulici -. Ora mi dedico ai più piccoli e devo dire che mi sto togliendo tante altre bellissime soddisfazioni. Credo che il calcio debba ripartire proprio dal gusto di allenare i ragazzi, di farli crescere con una cultura sportiva diversa da quella che c’è oggi basata solo sul ‘Dio Denaro’. Gli istruttori, i tecnici, ma anche i dirigenti e soprattutto le famiglie, devono cambiare atteggiamento nei confronti del calcio. Rispetto delle regole, rispetto dell’arbitro, rispetto dell’avversario, cercare in tutti i modi di agguantare con determinazione e la ‘giusta cattiveria agonistica’ la vittoria, ma saper accettare la sconfitta e la bravura di chi ti ha battuto. Sono tutti principi basilari che nel calcio abbiamo perso, ma che dobbiamo recuperare perché dall’educazione dei piccoli atleti nascono poi dei grandi uomini. Certo è anche il mio sogno tornare al Toro – ha concluso Pulici – ma non me lo hanno mai chiesto, e alla fine sto benissimo alla Tritium dove cerco ancora di inculcare ai miei giovani calciatori quello spirito che si respirava nel mitico stadio ‘Filadelfia’ dove è nato il Grande Torino". La serata si è poi conclusa al ristorante Villa San Lazzaro tra bandiere granata e proiezioni di video e foto di Paolino Pulici con una torta finale naturalmente a tinte granata.... 13 Novembre 2012
a cura di
Il momento che tutti i tifosi biancocelesti attendevano arriva alla decima giornata, il bomber Rosa segna due gol salvando il Grottammare da una sconfitta immeritata contro il Corridonia. Per De Amicis ancora niente tre punti, ma la vera vittoria è il riesumo di un gioiello finora troppo nascosto. Media locali, cartacei e non, hanno speculato per un’estate intera sulla coppia d’attacco che prospettivamente sarebbe stata una tra le più prominenti dell’intera serie. Vedere nelle distinte quei due nomi accorpati in un'unica fazione stimolava alquanto le visioni di cronaca dei giornalisti sportivi, ed altrettanto quello di gloria dei tifosi grottammaresi. Ludovisi-Rosa sulla bocca di molti per diverse settimane prima dell’inizio del campionato. Un promulgarsi di cinguettii che si è mutato nel corso delle partite veicolando il proprio focus di discussione non più sul reparto offensivo biancoceleste, piuttosto su quello inerente la mancanza di risultati utili a cospetto di una situazione di classifica non in linea col le produzione agonistiche in campo. Al di là del risultato, la partita contro il Corridonia potrebbe sancire l’inversione di tendenza delle suddette discussioni stadio, con uno sperato ritorno dei media a trattare nuovamente “i due signori del gol” seguendo quello spirito iniziale di contemplazione e sollecitazione nel proseguo e mantenimento di quello che si è visto in attacco nel match contro i maceratesi. Ludovisi ne aveva già fatti 5, Rosa finalmente recupera il divario realizzandone ben due in poco più di una dozzina di minuti. Gol importanti non solo perché livellano il risultato in extremis per la seconda volta consecutiva (vedi il precedente match contro la Vigor Senigallia), ma anche e soprattutto in quanto sbloccano un gioiello che per troppo tempo si è visto seppellito da prestazioni poco degne del nome che porta. Nel complesso è stata una partita piuttosto noiosa e condizionata dal maltempo, con il Corridonia poco produttivo ma bravo nel concretizzare in rete due tre le rade azioni pericolose da loro costruite. Pochi gli spunti fino all’espulsione di Fusari, accompagnato negli spogliatoi da mister Ciarlantini cacciato anch’egli per proteste. La giusta scarica di adrenalina emotiva per il Grottammare, che vede il Rosa il suo salvatore realizzando due gol nel giro di quindici minuti e riequilibrando il risultato sul 2-2. Un pareggio che sarebbe potuto essere clamorosamente minato in pieno recupero, con i maceratesi che colpiscono una clamorosa traversa. Nel primo tempo i biancocelesti partono carichi con diversi spunti per poi lentamente appiattirsi, proprio come gli ospiti del Corridonia che sono bravi nel contenere i rivieraschi e vedono in Okere l’unico elemento davvero pericoloso. Grottammare che dimostra buone iniziative in campo e fraseggi quasi sempre ben congegnati, ma le difficoltà a concludere persistono. Nella ripresa il Grottammare riparte con veemenza alla ricerca del pareggio. Il Corridonia è bravo a difendersi bene annullando nella tre-quarti gran parte delle offensive rivierasche. Su una distrazione dei padroni di casa giunge il 2-0 per gli ospiti, favoriti dal campo di difficile amministrazioni per le gambe di tutti i giocatori. Un super gol di Rosa accorcia le distanze mentre gli ospiti si ritrovano in dieci, e la doppietta del ritrovato bomber ascolano pochi minuti dopo garantisce al Grottammare un pareggio più che meritato. Il presidente Furnari: “Due sbagli ingenui da parte nostra hanno scaturito due reti a favore del Corridonia. Abbiamo dovuti rincorrerli a causa dei nostri errori. I pareggi per noi sono come delle sconfitte e ci condannano nei bassifondi della classifica, ma il fatto di aver recuperato due gol dimostra che la squadra è solida. Cerchiamo di risalire la china. Sono contento per Rosa che ha trovato la via del gol, partiamo da questo risultato per fare meglio in futuro. Voglio vedere il bicchiere mezzo pieno”. Mister Ciarlantini: “Faccio i miei complimenti ai ragazzi che hanno interpretato la partita per come l’avevamo preparata. Peccato per l’epilogo, secondo me altamente condizionato dagli errori del direttore di gara. I miei ragazzi meritavano la vittoria, abbiamo subito davvero molti falli su cui l’arbitro ha sorvolato, per poi rimanere noi stessi in dieci e reputo ciò piuttosto assurdo”. Alessio Rosa: “Son riuscito a realizzare due gol, peccato che non abbiamo riportato a casa i tre punti per noi importantissimi a causa di una situazione di classifica deficitaria. Vorrei dedicarli a tutta la mia squadra. Non solo il tipo di giocatore assatanato di gol, a volte preferisco mandare in gol i compagni piuttosto che farli io. Guardiamo con fiducia alla prossima partita". TABELLINO GROTTAMMARE-CORRIDONIA: 2-2 GROTTAMMARE: Di Nardo, Adamoli, Monaco, Calvaresi M. (58' Nardini), Capriotti, Schicchi, Gaibo, Simoni, Ludovisi, Petrucci, Rosa. A disp: Marinelli, Pagliarini, Marcatili, Iobbi, Cameli M., Luzi. Allenatore: Giuseppe De Amicis CORRIDONIA: Carnevali, Fusari, Martinelli, Camillini, Foglini, Barucca, Di Giosaffatte, Capenti Andrea (65' Capenti Alessio), Okere (78' Montini), Zancocchia (91' Cacopardo), Taglioni. A disp: Gatti, Moroni, Mariucci, Rapacchiani. Allenatore: Giovanni Ciarlantini ARBITRO: Piersimoni di Macerata (Orsolini, Traini) RETI: 55' Taglioni, 71' Alessio Capenti, 72' Rosa, 86' Rosa AMMONITI: 16' Simoni, 21' Petrucci, 45' Schicchi, 53' Capenti Andrea, 61' Zancocchia, 66' Fusari ESPULSI: 74' Ciarlantini (allenatore Corridonia), 74' Fusari Classifica campionato Eccellenza dopo 10 giornate: Matelica 28, Fermana 20, Montegranaro 19, Biagio Nazzaro 18, Fossombrone 16, Urbinelli 16, Pagliare 15, V. Senigallia 15, Tolentino 15, Monturanese 14, Corridonia 11, Urbania 8, Grottammare 7, E. Cascinare 6, Cagliese 4, Cingolana 2.... 13 Novembre 2012
a cura di
Ascoli Piceno - Il comune di Ascoli va' in soccorso delle famiglie numerose con un assegno per nuclei con tre figli minori.... 12 Novembre 2012
a cura di
San Benedetto del Tronto - Mercoledì l’inaugurazione del plesso scolastico“Cappella”; costo complessivo dei lavori 600.000 euro, Il Ministero dell' Università e della Ricerca scientifica ha cofinanziato il 50% dei lavori.... 12 Novembre 2012
a cura di
San Benedetto del Tronto - Un pranzo con oltre 120 invitati tra piccoli atleti e sostenitori dell'Asd Pedale Rossoblù per festeggiare i 40 anni dell'attività della società sportiva.... 12 Novembre 2012
a cura di
Ascoli Piceno - Una stretta e reale collaborazione con le associazioni di volontariato del territorio è l’ingrediente del progetto “Revisione Solidale” promosso dal CONSAV, azienda di revisione dei veicoli di Ascoli Piceno, in collaborazione con l’AVM di Ascoli Piceno e il Centro Servizi Volontariato.... 12 Novembre 2012
a cura di
Assisi - Inizia oggi, il Ritiro spirituale per sacerdoti, diaconi e religiosi, promosso dal Rinnovamento nello Spirito Santo e in programma dal 12 al 17 novembre 2012 ad Assisi.... 12 Novembre 2012
a cura di
Grottammare - Stanno per partire nel centro storico una serie di opere propedeutiche agli ultimi lavori di recupero del vecchio palazzo comunale. La giunta comunale ha approvato nei giorni scorsi il progetto esecutivo attraverso il quale si renderà completamente autonomo il Teatro dell’Arancio dagli spazi del piano inferiore dell’ex Municipio, destinato, invece, a sede museale.... 12 Novembre 2012
a cura di
San Benedetto del Tronto - Dal 13 novembre, chiusure attive dopo le 9, causa: esecuzione di lavori lungo due importanti arterie stradali, via Colleoni a Porto d’Ascoli e via Monte San Michele a San Benedetto.... 12 Novembre 2012
a cura di
Ascoli Piceno - Il Progetto "Ti do una mano" e' rivolto ai pensionati o parenti di pensionati INPDAP non autosufficienti, colpiti dalla malattia e ai loro familiari.... 12 Novembre 2012
a cura di
Migliaia di testimonianze di fede di santi e martiri, accolgono tutti coloro che arrivano a Roma per celebrare la Professio Fidei nella Basilica di San Pietro. ... 12 Novembre 2012
a cura di
Ascoli Piceno –; Il Bilancio 2011 della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno è stato giudicato tra i primi tre eccellenti rendiconti in Italia. La Giuria dell'Oscar di Bilancio, riunita in sessione plenaria, ha annunciato i finalisti dell'edizione 2012 del Premio promosso e gestito da FERPI - Federazione Relazioni Pubbliche Italiana. L’edizione 2012 del Premio, ha registrato un aumento nel numero dei rendiconti partecipanti e soprattutto, come ha sottolineato la Giuria, anno dopo anno, le organizzazioni migliorano la propria capacità relazionale e comunicativa. Il bilancio della Fondazione Carisap è stato selezionato tra i tre bilanci migliori ad uno dei quali, il 3 dicembre prossimo, sarà assegnato l’Oscar di bilancio edizione 2012. ... 12 Novembre 2012
a cura di
Offida – Domenica 18 novembre il Corpo Bandistico “Citta’ di Offida” organizza la tradizionale manifestazione in onore di Santa Cecilia patrona dei musicisti. ... 12 Novembre 2012
a cura di
Folignano - A partire dal 12 novembre il Mercato settimanale di Piane di Morro verrà spostato alla domenica mattina e si terrà presso la piazza Giovanni Paolo II.... 12 Novembre 2012
a cura di
I beni mobili nonchè il TFR di Salvatore Parolisi rimangono dove sono. Trascorse due settimane dalla sentenza di primo grado che ha condannato il caporal maggiore dell’esercito all’ergastolo... 12 Novembre 2012
Copyright 2016
Jant.it
P.Iva IT02206910446
All Rights Reserved